Pubblicazione free

Questa Pubblicazione è riservata agli utenti abbonati.
Per diventare un abbonato devi comprare su ShopOnline di Giustiziasportiva  almeno una Pubblicazione a pagamento. Riceverai le credenziali di accesso per poter scaricare gratis il contenuto degli anni 2005/ 1-2012

DottrinaAntonino De Silvestri – Integrazione e disintegrazione delle Federazioni Sportive dal sistema della legalità costituzionale
DottrinaMauro Sferrazza – Spunti per una riconsiderazione dei rapporti tra ordinamento sportivo e ordinamento statale
DottrinaPaco D’Onofrio – La F.I.G.C. e la perpetuatio jurisdictionis
DottrinaAlessio Rui – La perseguibilità penale a seguito di interventi avvenuti durante le competizioni agonistiche. Limiti all’azione. Aspetti processuali
Note a SentenzaMario Vigna e Maria Cecilia Morandini – La buona fede e l’ignoranza scusabile dell’atleta escludono la violazione dell’art. 2.3 del Codice WADA per mancanza dell’elemento soggettivo – Nota a lodo arbitrale CAS 2008/A/1557 WADA v/ CONI, FIGC, Daniele Mannini & Davide Possanzini, 27 luglio 2009
Note a Sentenza: Federica Tosel – La giurisdizione dell’Alta Corte di Giustiziadel CONI quale ultimo grado di giustizia. Presupposti e limiti del contenzioso esofederale. Così è (se vi pare) – Nota a Alta Corte di Giustizia Sportiva, Decisione n. 1/2009 del 14 maggio 2009, Juventus/FIGC.
Note a Sentenza: Mario Tocci – Doppio tesseramento di calciatore: problematiche connesse alla fattispecie dei tesseramenti in stagioni diverse – Nota a Commissione Disciplinare Nazionale della F.I.G.C. Comunicato n. 88/CDN F.I.G.C. del 07 maggio 2009
Giurisprudenza:  – Corte di Giustizia Federale FIGC a Sezioni Unite, C.U. n. 190 dell’8 maggio 2009: giudizio di primo grado di revisione nel caso Guardiola
Giurisprudenza:  – Tribunale Nazionale di Arbitrato dello Sport, lodo 1 luglio 2009, Paparesta/AIA e FIGC
Giurisprudenza:  – Commissione Disciplinare Nazionale FIGC, C.U. n. 8/2009 del 14 luglio 2009: ancora sulla c.d. violazione della clausola compromissoria
Giurisprudenza:  – Cassazione Civile, Sezione Lavoro, sentenza n. 10867 del 12 maggio 2009: qualificazione del rapporto di lavoro tra arbitro e Federazione
Giurisprudenza:  – Corte d’Appello di Torino, Sez. lavoro 28 ott. 2008, B.P.M c/ Torino FC: trasferimento del titolo sportivo e trasferimento d’azienda: problematiche sottese ai rapporti di lavoro tra club e tesserati